Nuova recensione a "Il sentiero della libertà" e intervista all'autore.

Pubblicato il da lucafavaro.over-blog.it

Carissimi amici, vi invito tutti a visitare il seguente link tratto dal sito "Pane e paradossi" che ha pubblicato proprio oggi una recensione sul mio libro e un'intervista. A parte le boiate che ho sparato nell'intervista, la recensione è molto bella, perché riesce in poche righe a sintetizzare alla perfezione l'anima del libro, cosa che io non sono mai riuscito a fare. Spesso infatti, quando vado nelle librerie per organizzare una presentazione, mi sento rivolgere la solita domanda:

"Di cosa parla il libro?", e io come sempre non so rispondere. "Sono racconti, ambientati a Treviso... sono racconti di tipo umanistico-spirituale", risposte vaghe che dicono tutto e niente, più niente che tutto. 

Così vi allego il link di questa bella recensione, mentre ringrazio tutti coloro che erano presenti alla presentazione di sabato 10 marzo, che è stata un successo in tutti i sensi. Un grazie anche al Coro Sonoria, a Alfonso, Remo e Rainalda, ad Alessando Tarantola, gestore della libreria e alla sua "assistente", nonché al simpaticissimo staff del bar "Cavastropoi", che ha messo a disposizione un bel rinfresco, e ha aperto un paio di bottiglie di "Prosecco" niente male, mettendo tutti a rischio "palloncino". Grazie anche a tutti coloro (che sono sempre di più) che ultimamente mi inviano mail di apprezzamento del mio lavoro, che mi incitano a continuare a scrivere ancora, non sono degno di voi. Vi voglio bene. 

                                                                                                                                        Luca.

 

http://paneeparadossi.netsons.org/?p=2445

 

PS: se qualcuno di voi lo desidera, può lasciare un post nel sito in questione, così facciamo felice anche Barbara, colei che gestisce il sito e recensisce. Ciao e grazie ancora.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Michela 03/15/2012 10:46

Bellissima serata davvero, grazie a te Luca per il tuo bellissimo libro